Un miracolo per intercessione di Luigi Novarese

Graziella Paderno, nel febbraio 2002, all’età di 56 anni, iniziò a soffrire di dolori alla spalla sinistra accompagnati da limitazioni funzionali. Le venne diagnosticata una “Periartrite scapolo-omerale sn”. Dopo varie visite specialistiche, le venne prescritto un ciclo di onde d’urto. Prima di iniziare tale cura, il 15 luglio 2002, mentre si trovava già sul lettino per l’applicazione delle onde d’urto, avvertì un forte torpore su tutto il corpo ed un calore che l’avvolgeva. L’esame radiologico subito effettuato evidenziava la scomparsa delle calcificazioni.

Il cammino di studio è stato molto lungo e non sono mancate alcune difficoltà. Inizialmente, già nel 2004, sotto la direzione del Postulatore, Padre Innocenzo Venchi, Sorella Elvira Myriam chiese due perizie a due medici consultori della Congregazione per le Cause dei Santi. Tutti e due i pareri furono positivi.

Così si passò ad istituire l’Inchiesta Diocesana a Vercelli sul presunto miracolo di Graziella Paderno, che durò dal 22 giugno 2007 all’8 gennaio 2008. Dopo aver accolto tutto il lavoro svolto nella Diocesi di Vercelli, la Congregazione per le Cause dei Santi ha consegnato il caso allo studio della Consulta Medica, che dopo non poche difficoltà superate, ha dato parere favorevole.

Il Santo Padre Benedetto XVI in data 19 dicembre 2011 ha firmato il Decreto in cui si riconosce il miracolo ottenuto per intercessione del nostro Padre Fondatore, il Beato Luigi Novarese.

La beatificazione è avvenuta a Roma, presso la Basilica di San Paolo Fuori le Mura, il giorno sabato 11 maggio 2013.

La festa del Beato Luigi Novarese si celebra ogni anno il 20 luglio, giorno della sua nascita al cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille