A Montichiari (Bs), memoria liturgica del beato

 

Il 16 luglio 2016 presso la sede dei Silenziosi Operai della Croce di Montichiari si terrà l’annuale celebrazione liturgica della memoria del beato Luigi Novarese organizzata dai Silenziosi Operai della Croce e dal Centro Volontari della Sofferenza di Brescia.
Ecco in breve il programma:
ore 16,00 Accoglienza (sacerdoti per le confessioni),
ore 16,30 Ricordando il Beato Novarese … letture e riflessioni,
ore 18,00 Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da S. Ecc.za mons. Bruno Foresti (70° di sacerdozio), momento conviviale con l’Associazione Amici del mare e tempo di fraternità.

Quindi un pomeriggio denso di iniziative e di ricordi quello che ci aspetta, un’occasione ricca di spunti di riflessione e di preghiera comunitaria, una possibilità di trascorrere gioiosi momenti in amicizia, un tempo ben speso che porterà tutti i partecipanti ad accostarsi con delicatezza alla figura del beato Luigi Novarese. Sì, perché il senso di questo incontro è proprio quello di dare spazio ad alcuni episodi della vita di Monsignore e a varie voci del suo pensiero, senza dimenticarsi di lodare Dio Padre per il dono della fondazione dell’Opera attraverso la celebrazione della Santa Messa.
Scopriremo così, grazie ad un percorso che si snoda tra storia e spiritualità, il profondo significato che Monsignore intravvedeva e desiderava per la sede di Montichiari fin dal momento dell’acquisto. Seguiremo poi, il beato Luigi Novarese, mentre, accompagnato dalla Provvidenza, si muove tra le mura della rocca da lui denominata Rupis Maria, Mater Ecclesiae. Lo ritroveremo come riferimento della Comunità, come padre e guida del Noviziato, come ispiratore e promotore dell’attività del CVS e delle iniziative dell’apostolato. Infine percorreremo alcuni sentieri del parco, per imbatterci in luoghi resi, per sua volontà, particolarmente densi di significato spirituale.
La celebrazione della Messa sarà il traguardo del nostro viaggio, la meta senza la quale ogni nostro passo nel percorso della vita intrapreso alla sequela di Gesù e sotto lo sguardo materno di Maria, perde di significato.
Allora aspettiamo tutti gli iscritti, tutti i collaboratori, tutti gli amici, tutti coloro che ci hanno conosciuto in varie occasioni, tutti quelli che, armati di sana “curiosità” non si sentono mai sazi di conoscenza ed hanno nel cuore il desiderio di approfondire il carisma del beato Luigi Novarese, anche attraverso questa esperienza fatta di ricerca e di sensibilità.
Da parte di tutti noi un invito ad essere presenti.

Di Resy Rizzini

Pubblicato il 5 luglio 2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille