Incontri di formazione al Trompone

 

“Il Natale nel pensiero del Beato Luigi Novarese”. Questo il titolo degli incontri tenuti da don Luigino Garosio, sacerdote dei Silenziosi Operai della Croce, e rivolti a tutti i dipendenti e i volontari che operano nel Complesso del Trompone di Moncrivello (VC). Medici, fisioterapisti, infermieri e operatori sanitari della Casa di cura “Mons. Luigi Novarese” e dell’RSA “Virgo Potens” si sono ritrovati a metà dicembre nell’Aula Magna della struttura e hanno assistito alla catechesi in vista del Santo Natale. Don Luigino ha prima sottolineato l’umiltà di Gesù nel farsi uomo: “Svuotò se stesso, assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini”, e poi spiegato l’importanza del Cristo risorto parlando proprio della vita del nostro beato fondatore: “L’esperienza di Luigi Novarese è quella di un uomo che ha sofferto e la cui sofferenza gli ha fatto comprendere il ruolo che Cristo ha, essendosi incarnato. Il fatto che il figlio di Dio sia venuto qui, vicino a me, è il conforto che io uomo ho. Cristo è solidale con la mia sofferenza e le dà un senso”.
In conclusione dell’incontro, don Garosio ha rivolto gli auguri di buon Natale a tutti citando le parole di Monsignore: “Celebrare il mistero del Santo Natale con rinnovata esultanza vuol dire che la nostra gioia può essere continuamente nuova, uguale nella sostanza, perché liberati dal Cristo, rinnovati per nuovi argomenti, per nuovi approfondimenti della verità che noi, sotto la guida dello Spirito Santo, possiamo sempre scoprire”.

Pubblicato il 20 dicembre 2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille