XXV Giornata mondiale del malato

 

La Giornata mondiale del malato istituita 25 anni fa dal Santo Papa Giovanni Paolo II, è stata ed è ancora uno straordinario evento ecclesiale. “È un momento forte di preghiera, di condivisione, di offerta della sofferenza per il bene della Chiesa e un momento di richiamo per tutti per riconoscere il Volto di Cristo nel volto del fratello infermo”.
Il Messaggio di papa Francesco, dal significativo titolo: “Stupore per quanto Dio compie: «Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente …» (Lc 1,49), ci invita ad imitare il cammino operato da Bernadette fino a contemplare in Maria, l’Immacolata, e in seguito la sua vita di silenzio e di meditazione.
Per la terza volta, il santuario di Lourdes viene scelto per la celebrazione della Giornata mondiale del malato; la prima volta fu la storica prima Giornata mondiale del malato dell’11 febbraio 1993, di cui celebriamo quest’anno il Giubileo d’argento, seguita dalla Dodicesima Giornata mondiale del malato nel febbraio 2004, in occasione del 150 anniversario della proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione. Ma al di là delle ricorrenze di carattere storico, si può riprendere le parole del Santo Papa Giovanni Paolo II per ritrovare ciò che da sempre il santuario di Lourdes è stato e continua ad essere per il popolo cristiano, ossia: “Lourdes, Santuario mariano tra i più cari al popolo cristiano, è il luogo e insieme simbolo di speranza e di grazia nel segno dell’accoglienza e dell’offerta della sofferenza salvifica”.
Tra le molte personalità attese, tra il 10 e il 13 febbraio prossimi nella città francese, si segnala con gioia la partecipazione, in qualità di Legato del Papa, del Segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin. Sarà proprio il nostro Segretario di Stato, a presiedere la Messa Solenne dell’11 febbraio, giorno della prima apparizione dell’Immacolata Concezione a Santa Bernadette Soubirous e momento centrale della GMM, che quest’anno sarà celebrata per la terza volta a Lourdes, dove già ha avuto luogo nel 1993 e nel 2004.
Come sottolineato da papa Francesco nel suo Messaggio per la Giornata 2017, inoltre: “in occasione della Giornata Mondiale del Malato possiamo trovare nuovo slancio per contribuire alla diffusione di una cultura rispettosa della vita, della salute e dell’ambiente; un rinnovato impulso a lottare per il rispetto dell’integralità e della dignità delle persone, anche attraverso un corretto approccio alle questioni bioetiche, alla tutela dei più deboli e alla cura dell’ambiente”.

Preghiera GMM2017

GMM17_locandina

SchedaLiturgica

SchedaPastorale

Pubblicato il 9 febbraio 2017

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille