Discorsi senza parlare

 

Dal 12 al 13 maggio 2017, presso la Casa “Giovanni Paolo II” di Glogow in Polonia, si è svolto un convegno internazionale per affrontare il tema della Augmentative and Alternative Communication (AAC) sulle differenti tecniche e metodi di comunicazione che si possono utilizzare per aumentare e rinforzare la comunicazione delle persone che non hanno o perdono la possibilità di comunicare (colpite da Alzahimer, Parkinson, o da malattie e disabilità causate da danni celebrali).

Gli interventi dei relatori provenienti da centri universitari della Polonia e dal Canada hanno permesso vari approfondimenti del tema per fornire un interessante e completo panorama ai numerosi convenuti.
Il 13 maggio i partecipanti sono stati suddivisi in diversi laboratori (sull’uso degli strumenti utili alla comunicazione, le esperienze nella catechesi, la comprensione di alcune questioni inerenti alla famiglia e società…).
L’Augmentative and Alternative Communication
è risultata una tematica di forte attualità ed è stata considerata dal punto di vista tecnologico, psicologico e religioso. E’ già la seconda volta che i Silenziosi Operai della Croce organizzano un incontro per sensibilizzare la comunità ecclesiale agli aspetti pastorali di catechesi e di accesso ai sacramenti per le persone colpite da questo genere di difficoltà.

Pubblicato il 15 maggio 2017

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille