Grande festa ad Alba per i 70 anni del CVS

 

Una grande festa ad Alba per i Settant’Anni del Centro Volontari della Sofferenza. Erano oltre 400 gli iscritti al CVS che da tutto il Piemonte hanno raggiunto la città di Alba (Cn) la scorsa domenica, 24 settembre, per celebrare i 70 anni dalla fondazione.

«Sono emozionato nel vedervi così numerosi – ha detto il vescovo di Alba, mons. Marco Brunetti durante la funzione eucaristica – e di essere voluti venire qui, in questa cattedrale, a celebrare la nascita della vostra associazione». Un’emozione particolare, quella di mons. Brunetti perché «per me è un ritorno alle origini», ha detto, in quanto per anni si è occupato della Pastorale Sanitaria nella diocesi di Torino.
«Se voi siete oggi un segno vivo, lo dobbiamo al beato Luigi Novarese, un altro santo piemontese della carità, che Giovanni Paolo II definì “Apostolo degli ammalati”. Novarese superò l’idea che il malato è colui da assistere, dandogli il compito di essere soggetto attivo nella vita della Chiesa e testimone autentico di Cristo nella nostra società».
Durante la messa sono state esposte le stampelle, contenute in una teca, che sostenevano il beato Luigi Novarese durante gli anni della malattia, prima della guarigione avvenuta per grazia divina.
«E oggi parte da qui la “Staffetta della Speranza” – ha detto Giovannina Vescio, coordinatrice regionale del CVS -, l’iniziativa di portare fra gli ammalati e i fedeli di tutte le diocesi piemontesi la reliquia di Novarese per farne conoscere meglio la figura e l’insegnamento».
Al temine della celebrazione eucaristica, mons. Brunetti si è rivolto ai fedeli presenti in Duomo: «Oggi chiedo al beato Novarese la grazia che susciti anche qui nella nostra diocesi la nascita di un gruppo del Centro Volontari della Sofferenza».
Durante il pomeriggio, sempre in cattedrale, si è svolto il recital celebrativo curato dal coro “Amoris Laetitia” formato dai volontari e ammalati del CVS, e diretto da Letizia Ferraris, durante il quale sono stati ricordati testimoni importanti della storia del CVS piemontese. A concludere la giornata, è stata Angela Petitti, Responsabile dell’Apostolato del Centro Volontari della Sofferenza.
Vi sarà un articolo di approfondimento sul numero dell’Ancora di novembre.

Pubblicato il 25 settembre 2017

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille