Sulle orme di Gesù

 

Sulle orme di Gesù. È il titolo del nostro pellegrinaggio in Terra Santa, dal 15 al 23 maggio.

Tanto desiderato e atteso, ora si apre davanti a noi, giorno per giorno, come possibilità di entrare in uno spazio geografico che è appartenuto a Gesù. Allo stesso tempo siamo invitati ad entrare in uno spazio interiore, quello del cuore che asseconda il cammino di Maria di Nazareth. È da qui infatti che iniziamo i nostri passi di pellegrini, dall’evento dell’Incarnazione, seguendo il cuore di una giovane donna destinata a diventare Madre di tutti i credenti con il suo semplice “sì”.
Dalla fontana del paese, il luogo dove lei si recava a prendere acqua, anche noi attingiamo acqua spirituale e diamo acqua al nostro cammino cristiano. Nella casa di Maria ci emozioniamo pensando che lì sono vissuti Maria, Giuseppe e Gesù adolescente, assecondando l’umanità libera e feconda di persone sante.
Visitiamo la Sinagoga dove pregavano e ci avviamo poi verso i luoghi attorno al lago dove Gesù ha compiuto il suo ministero: il Monte Tabor, Cafarnao, il lago, il luogo della moltiplicazione dei pani, la casa di Pietro.
Cominciamo poi ad avviarci verso Gerusalemme, e ci scontriamo con la durezza del monte delle tentazioni. Ma anche con il fascino di Gerico. Guardiamo il sicomoro e ricordiamo affettuosamente Zaccheo, segno del desiderio intenso dell’uomo di vedere Gesù.
Ci avviamo ora anche noi decisamente verso la Città Santa.

Pubblicato il 20 maggio 2019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille