8 dicembre: giornata del “Sì”

 

Anche quest’anno la solennità dell’Immacolata è stata segnata dal carattere internazionale dei Silenziosi Operai della Croce.

Il rito del rinnovo delle promesse di castità, povertà e obbedienza celebrato in tutte le Case dell’Associazione è stato accompagnato da una grande gioia: dalla consacrazione a Dio attraverso l’Immacolata, di Karolina Joanna Palys (per la Vita in comune) e Jonasz Fas (per la Vita in famiglia), due giovani di nazionalità polacca. Hanno pronunciato il loro primo “Sì”, unito a quello di Maria: la prima presso il santuario “Salus infirmorum” di Valleluogo (Av) il secondo in Polonia, presso la chiesa della Collegiata a Glogow.
Durante la messa nel santuario di Valleluogo, inoltre, hanno proseguito nel Tempo di prova due giovani africani: Jean-François Nordjoe e Jean Gnama Tiambako Kpandja (Togo) e Joseph Hoina (Camerun), e altri tre hanno iniziato la loro esperienza formativa: Abel Vandou, Yves Godwe (Camerun), e Marta Couto (Portogallo).
A Mouda, Loveline Edom Kosorochi (Nigeria) ha proseguito nel cammino di Prova.
Il Signore continua a chiamare le persone che con generosità vogliono rispondere offrendo la loro vita al servizio del Vangelo della sofferenza affinché annuncino il carisma novaresiano.

Pubblicato il 12 dicembre 2019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille