Tutto è dono, tutto è grazia

 

Da 24 anni, ogni 2 di febbraio, si celebra la Giornata della Vita Consacrata che riguarda le varie forme di consacrazione, da quelle contemplative a quelle missionarie e di servizio a favore dei poveri, ammalati, ed emarginati nonché nel campo della catechesi ed evangelizzazione.
Nell’ambito delle celebrazioni inerenti alla Festa della presentazione del Signore al tempio, papa Francesco durante la santa messa per i membri degli Istituti di Vita consacrata e delle Società di Vita apostolica, prendendo spunto dal versetto evangelico «I miei occhi han visto la tua salvezza» (Lc 2,30), ha sottolineato l’importanza della vita consacrata e degli sforzi per portarla avanti con determinazione e coerenza. Gli occhi dei consacrati – afferma papa Francesco – vedono la grazia di Dio riversata nelle loro mani. Il consacrato è colui che ogni giorno si guarda e dice: “Tutto è dono, tutto è grazia”.
Papa Francesco ha ribadito che “chi tiene lo sguardo su Gesù impara a vivere per servire. Non aspetta che comincino gli altri, ma si mette in cerca del prossimo, come Simeone che cercava Gesù nel tempio”.
Ringraziamo Dio per il dono della vita consacrata e chiediamo uno sguardo nuovo, che sa vedere la grazia, che sa cercare il prossimo, che sa sperare. Allora anche i nostri occhi vedranno la salvezza.

Pubblicato il 3 febbraio 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille