Una grande festa per i due nuovi sacerdoti SOdC

 

Due nuovi sacerdoti tra i Silenziosi Operai della Croce. Una grande festa ha accompagnato ieri, 29 giugno, la consacrazione a presbiteri di due figli spirituali del beato Luigi Novarese avvenuta nella cattedrale di Sant’Eusebio di Vercelli.
L’arcivescovo Marco Arnolfo ha imposto le mani su Marcellin Am-Agboudiguida Akonsena, nato nel 1986 e Michel Kossi Mawuegna Fayosseh, classe 1982, entrambi del Togo, stato dell’Africa centro occidentale, consacrati tra i Silenziosi Operai della Croce.

“Non vi era occasione migliore che offrire due Silenziosi Operai della Croce alla nostra diocesi nell’anno in cui i figli spirituali del beato Luigi Novarese festeggiano i cinquant’anni di presenza nella diocesi di Vercelli”, ha detto l’arcivescovo Marco Arnolfo prima della celebrazione eucaristica.
Dopo la messa in duomo si è tenuta la festa al Santuario del Trompone dove Marcellin ha celebrato la prima messa da presbitero e concelebrata da Michel insieme al Moderatore generale SOdC don Janusz Malski e agli altri sacerdoti dei Silenziosi Operai della Croce e alla numerosa Comunità giunta da ogni parte d’Italia.
“Portare questo privilegio e essere sacerdoti è un grande dono e un impegno grande al tempo stesso – hanno detto i neopresbiteri – e seguendo l’insegnamento del nostro padre fondatore vogliamo che ogni giorno della nostra vita sia un dono offerto per gli altri, in modo particolare per le persone che soffrono”.

Pubblicato il 30 giugno 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
5xmille