Nel Calendario Romano Generale, il 29 luglio figurerà la memoria dei santi Marta, Maria e Lazzaro. Lo ha deciso papa Francesco, accogliendo la proposta della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti e considerando “l’importante testimonianza evangelica da essi offerta nell’ospitare in casa il Signore Gesù, nel prestargli ascolto cordiale, nel credere che egli è la risurrezione e la vita”.

Con questa denominazione, si legge nel Decreto, “la memoria dovrà pertanto figurare in tutti i Calendari e Libri liturgici per la celebrazione della messa e della Liturgia delle Ore”. Finora, il 29 luglio figurava la memoria della sola Marta.

Visti inoltre “i recenti riconoscimenti del titolo di dottore della Chiesa a particolari figure di santi d’Occidente e di Oriente”, il Papa “ha decretato di iscrivere nel Calendario Romano Generale le memorie facoltative di: san Gregorio di Narek, abate e dottore della Chiesa, il giorno 27 febbraio; san Giovanni De Avila, presbitero e dottore della Chiesa, il giorno 10 maggio; santa Ildegarda di Bingen, vergine e dottore della Chiesa, il giorno 17 settembre”.

 

[Fonte: Conferenza Episcopale Italiana)