Schede di animazione missionaria per i ragazzi

Gratuità, riconoscenza, fiducia, solidarietà. Sono queste le parole che la Chiesa italiana vivrà di settimana in settimana nell’Ottobre missionario, declinandole nella preghiera e nell’impegno personale.

Anche i più piccoli saranno coinvolti: Missio Ragazzi, infatti, ha ideato per i loro educatori – catechisti, animatori di Azione Cattolica, capi Scout, genitori, sacerdoti, insegnanti – una proposta di animazione missionaria che tiene conto di queste parole e le spezza a misura di bambino.

Nel progettare la “Scheda per l’animazione missionaria dei ragazzi” relativa a “Ottobre missionario e GMM 2022” (disponibile qui: OTTOBRE MISSIONARIO e GMM2022 – Ragazzi), il Segretariato nazionale della Pontificia Opera Infanzia Missionaria ha tenuto fede allo slogan scelto per la prossima Giornata Missionaria Mondiale dei Ragazzi: “La missione si fa insieme”.

«È insieme, infatti, che in questo tempo speciale i piccoli sperimentano l’essere ragazzi missionari, mettendosi in ascolto delle voci di chi ha deciso di dedicare alla Missione tutta la propria vita: uomini, donne, laici e consacrati che operano in terre lontane, preziosi punti di contatto tra i bambini di tutto il mondo», spiegano dal Segretariato.

I ragazzi missionari hanno a cuore le sorti dei loro coetanei di tutti i Paesi: per questo motivo, si impegnano ad ascoltare le loro storie, a pregare per loro e a sostenerli con gesti concreti di solidarietà.

Gesù invia nel mondo i suoi discepoli «non solo per fare la missione – come scrive papa Francesco nel messaggio per la Giornata Missionaria Mondiale (GMM) 2022 – ma anche e soprattutto per vivere la missione a loro affidata; non solo per dare testimonianza, ma anche e soprattutto per essere testimoni di Cristo».

Per cominciare sin dal quotidiano a vivere la missione, la “Scheda per l’animazione missionaria dei ragazzi” relativa a “Ottobre missionario e GMM 2022” presenta tre tappe e uno schema per la celebrazione del mandato missionario, da realizzare in concomitanza o nella stessa Giornata Missionaria Mondiale.

Ogni tappa è suddivisa in quattro sezioni:

  1. LA MISSIONE si ascolta!– I missionari raccontano di situazioni, abitudini, riti che si compiono nelle culture in cui sono immersi. Esperienze che permetteranno a bambini e preadolescenti di scoprire i modi di vivere di altri ragazzi, loro coetanei, in varie parti del mondo;
  2. LA MISSIONE si fa!– Di settimana in settimana, i ragazzi sono invitati a costruire tutti insieme un mappamondo di cartapesta. Realizzeranno prima la struttura e poi la decoreranno secondo la loro fantasia. L’obiettivo è quello di far sperimentare che insieme si può costruire un mondo bello, colorato e gioioso. Il mappamondo, una volta ultimato, sarà portato in processione durante la celebrazione del mandato missionario;
  3. LA MISSIONE ci impegna!– Ogni settimana i ragazzi sono invitati a prendersi dei piccoli impegni con cui vivere concretamente gli atteggiamenti missionari legati alle settimane dell’Ottobre;
  4. LA MISSIONE si prega!– Il dialogo con Gesù è indispensabile per vivere la missione: aiuta ad aprirsi agli altri, ad andare oltre le apparenze, ad ascoltare meglio il proprio cuore e chi ha bisogno di aiuto. In questa sezione viene proposto il testo della preghiera dei Ragazzi Missionari che unisce gesti e parole.

La “Scheda per l’animazione missionaria dei ragazzi” relativa a “Ottobre missionario e GMM 2022” è anche il primo step del nuovo Itinerario formativo realizzato da Missio Ragazzi per l’anno pastorale 2022/2023 dal titolo “La missione si fa insieme” (disponibile per intero su questo sito entro la fine di settembre).

Intanto dal Segretariato si fa presente che con il 26 settembre riprenderà anche la newsletter settimanale IoVangelo: uno strumento di animazione inviato tramite e-mail ogni lunedì, incentrato sulla Parola di Dio proposta nella liturgia della domenica che segue.

Ogni settimana viene inviata una scheda contenente un’illustrazione del brano evangelico, da far colorare ai ragazzi, e il commento al Vangelo.

L’obiettivo di questo semplice strumento di animazione è espresso nel logo della newsletter: Gesù, rappresentato nelle vesti di un bambino, aiuta i più piccoli a sentire più vicina e familiare la figura del Maestro.

La newsletter è anche un mezzo per essere informati sulle varie attività e iniziative di Missio Ragazzi e degli altri settori della Fondazione.

Chi volesse iscriversi a IoVangelo può farne richiesta scrivendo a ragazzi@missioitalia.it

 

[Ufficio Nazionale per la Cooperazione Missionaria tra le Chiese della Conferenza Episcopale Italiana]